Ciclope Magazine -Chi ha stabilito che solo una taglia 42 può permettersi un look chic e sexy?

Chi ha stabilito che solo una taglia 42 può permettersi un look chic e sexy?

Per facilitarvi le cose, ecco alcuni consigli chiave per trovare il giusto “equilibrio”:

Ma come vestirsi con un fisico curvy?
Come scegliere i capi, i tessuti e i colori che più si adattano alle “curve”? Ecco alcune istruzioni.

Per quanto riguarda i capi:

NO a modelli troppo corti.
NO a modelli troppo larghi, né troppo stretti.
NO agli abiti a strati.
NO ai leggings, che sono rischiosi anche per le persone snelle e slanciate.
ai pantaloni/jeans skinny (aderenti).
NO ai pantaloni/jeans mom (larghi).
alle gonne, soprattutto quelle “a campana”.
SI a modelli a vita alta.
al tubino. L’alleato di tutte le donne, un must have in assoluto.
a capi morbidi, come casacche e tuniche.
ai tacchi. Più particolari ed alti sono e meglio è!
NO agli stivali, che spezzano la figura.
NO ai sandali “alla schiava”.
NO alle ballerine o a qualsiasi tipo di scarpa bassa.
agli accessori. Più vistosi sono e meglio è!
allo Stile Impero per un look formale.

Per un look casual: attenzione alla lunghezza del vestito o della gonna, ideale è al ginocchio, mentre per quanto riguarda la forma del vestito si consiglia di valorizzare il decolté e il punto vita, magari servendosi di una cintura, accessorio immancabile nell’armadio di una donna curvy.

Per quanto riguarda i tessuti invece:
NO al jersey o maglina, tessuti che sono per natura aderenti, e che vanno ad evidenziare ogni minimo difetto fisico.
NO al velluto, al tessuto “a coste” e al denim troppo rigido.
alla seta e al lino.
NO alle rouches, ai volants, alle pailette, ai glitter e a tutti quegli elementi che mirano ad impreziosire il look. Puntate alla semplicità!

Per quanto riguarda i colori:
ai colori accesi.
NI al nero, al marrone e al grigio.
al blu, al verde scuro, al bordeaux, al turchese, al viola, all’antracite e all’arancione. Scegliete principalmente queste cromie.
NO al total white.

Si consiglia di usare i colori più forti e vivaci sulle parti da mettere in risalto, nascondendo così, con un trucco ottico, le zone più critiche.
SI alle fantasie, ovviamente senza esagerare. Sono ammesse anche i pois e le righe, facendo attenzione a quest’ultime; assolutamente si a quelle verticali, che sfilano e allungano la figura, mentre sono da evitare quelle orizzontali.